38ma Giornata internazionale della Danza – 29 aprile 2020

www.citydoormilano.it/img/appuntamenti/big/Gior...

Ringraziamo di cuore tutti i soci e gli amici di ADA coi quali celebriamo insieme questa giornata specialissima… attraverso i loro contrbuti e segnalazioni, che qui inseriamo man mano.

Oggi nasceva il ballerino e studioso di danza storica Andrea Francalanci, prematuramente scomparso, che qui ricordiamo mentre danza con Bruna Gondoni.

e sempre ricordando Andrea Francalanci, pubblichiamo questa bella immagine che ci invia Deda Cristina, quando giovane danzatrice, lavorò con lui ne “Il ballo delle Ingrate” di Claudio Monteverdi

 

 

Dopo il ricordo di Andrea, iniziamo questa giornata dedicata alla danza con questi lievi e incisivi versi, scritti apposta per noi dalla poetessa Antonetta Carrabs .

Il moto degli astri    (Antonetta Carrabs, 29/4/2020)

Quel canto solitario come un ritornello
non l’avevo mai udito tutto d’intorno
riempiva l’aere di quiete come era nell’età dell’oro

nei “chori” i musici attendono con l’aulòs
con la lira del piccolo Hermês e di Terpandro di Lesbo
con la kithàra e con il flauto

là, sul partènio, i cori delle fanciulle in un cantico nuovo
sono uno stato di giubilo dove i confini delle sillabe
si abbandono al suono in una gioia di parole

si fa largo la danza

il ballo in tondo si riversa nell’universo con un’eco di armonia
è una manifestazione di giubilo che si ispira al divino
il gaudio che si riversa nella gestualità e nel moto, è incontenibile

il tripudio si accompagna al coro degli angeli
nell’incontenibile letizia di divina quiete
e tutto si trasforma in poesia per approdare all’unione con Dio

si riprende poi a ruota come un volo di allodole
e ‘n guisa di colombi
si fa come un cerchio e si canta, lodando dolcemente

la gioia non si contiene
e i piedi muoveasi come se si saltasse con il moto degli astri
con le anime beate disposte in cielo, in volo.

E qui il volo del nipote di Davide, il ballerino Riccardo Rodighiero

Qui, al link, l’artista italiano nel balletto più amato…: Lo Schiaccianoci

https://www.sbs.com.au/language/italian/audio/l-atmosfera-magica-de-lo-schiaccianoci

 

Continuiamo con Lucio  Paolo Testi che ci invia quest’immagine di un particolare del dipinto di Ambrosius Benson e a seguire un video tutto particolare…:

 

 

 

 

Laura ci manda questo breve e intenso video di Daša Grgić, triestina slovena, ottima danzatrice, ricercatrice, insegnante

Nureyev & Baryshnikov

 

da Silvia questa bellissima immagine, li riconoscete?

 

 

 

 

da Camilla  una delle  ballerine preferite. Ci sono pochi suoi scritti e i discorsi disponibili solo in inglese. Questa un’intensa riflessione.

 

E naturalmente, a grande richiesta, Roberto Bolle qui nell’intervista odierna e sotto nella puntata di gennaio 2020 Danza con me.

https://tg24.sky.it/intrattenimento/2020/04/28/roberto-bolle-giornata-danza-video.html

ma anche Sergei Polunin nel fantastico Take Me to Church

e sempre su vostra richiesta, la straordinaria pioniera di tutta la danza contemporanea: Isadora Duncan

e l’emblematica danzatrice contemporanea Carolyn Carlson, che nelle parole di Bruna Gondoni qui ascoltiamo e proponiamo:

Healing Geometry, improvvisazione coreutica  con Anna Olkhovaya ed Emanuél Rashan nell’isola di Samos a seguito del consueto seminario di Danza sacra a Samotracia tenuto da Marco Bendoni e Bruna Gondoni

La danza contemporanea incontra l’opera barocca con l’ Orphée et Eurydice di Pina Bausch e ADA era lì, a Parigi, a vedere questo capolavoro

E da Maria Cristina Esposisto condividiamo questo famoso testo foscoliano dalle Grazie – vv. 144-154 dell’Inno terzo, Il velo delle Grazie.

Qui la musa Erato cantando suggerisce a Flora i soggetti del ricamo:
“Mesci, odorosa Dea, rosee le fila;
e nel mezzo del velo ardita balli,
canti fra ’l coro delle sue speranze
Giovinezza: percote a spessi tocchi
antico un plettro il Tempo; e la danzante
discende un clivo onde nessun risale.
Le Grazie a’ piedi suoi destano fiori,
a fiorir sue ghirlande: e quando il biondo
crin t’abbandoni e perderai ’l tuo nome,
vivran que’ fiori, o Giovinezza, e intorno
l’urna funerea spireranno odore.”

 

Torniamo quindi alla danza storica con questa altra richiesta e con un piccolo video amatoriale ripreso con un cellulare, mentre danzavamo il Sesto Intermdio della Pellegrina a Pesaro (Chiesa di SS. Maria Annunciata) :

e concludiamo con le parole vibranti di Gloria Giordano:

 

In questa 38^ Giornata Internazionale della Danza, vissuta in un tempo particolare di distanza spazio-temporale, appare ancora più necessario ri-collegare gli anelli mancanti, perduti, dimenticati… e la DANZA ci offre questa possibilità con il suo potere di penetrare ogni interstizio dell’anima.
Buona Danza a TUTTI!